Page d'accueil

Ligne du temps

Les annonces

1.500 V

20 kV 50 Hz

APMFS miniature

Les reportages

Assemblées Générales
  • 12/04/2003
  • 27/03/2004
  • 25/03/2006
  • 24/03/2007
  • 05/04/2008
  • 28/03/2009

    Histoire
  • Inondations 1957
  • Pontamafrey
  • Le Grand Rocher
  • Chambéry

    Journées du Patrimoine
  • 2004
  • 2005
  • 2006
  • 2008
  • 2009
  • 2010

    Restaurations
  • CC 20001
  • 2CC2 3402
  • Locos industrielles
  • OCEM A3B5
  • Y BE 15053
  • CC 6558
  • CC 6549
  • La Rotonde d'Ambérieu

    Les Sorties
  • IFC Novembre 2002
  • MILANO 2006
  • AMBERIEU 2006
  • AIX - St-JEAN 2006
  • ANNECY 2007
  • TUNNELLISSIMO
  • BUSSOLENO 2008
  • MILANO 2008
  • St-GERVAIS 2008
  • CFT BREVENNE
  • BELLEGARDE 2008
  • St-MICHEL 2009
  • TRENI DI NATALE 2009
  • ITALIA 150
  • MODANE 2012
  • LYON 2012
  • TORINO 2013
  • LYON 2013
  • GENÈVE 2014
  • ZIMEYSA 2014
  • LYON 2014
  • TORINO 2015
  • RETRO 2015
  • TORINO 2016
  • ANNECY 2016
  • TORINO 2017

    Les liens

    Les statuts

    FerMusée I/F




    A.P.M.F.S.
    731, chemin de la Rotonde
    73000 CHAMBÉRY
    FRANCE

    Écrire à l'APMFS

    Dernière modification:
  • Le fotografie del APMFS
    Cliquez pour mettre ce site dans vos Favoris

    La carrozza prototipo OCEM con rivetti apparenti A3B5

    testo di Georges JENNY, Romain VIELLARD e Bernard CANET
    (della rivista Voies Ferrées), traduzione Massimo PENGUE
    Cette page en français.
    Cette page en français.
    Preambolo - La carrozza prototipo con rivetti apparenti concepita dall’ "Office Central d’Etude du Matériel" (in abbreviato OCEM) è stata affidata dalle ferrovie francesi SNCF all’APMFS. Questa è l’occasione per l’APMFS di presentarvi questa rubrica "OCEM" che evolverà secondo le nuove informazioni e fotografie di questa carrozza nel corso del suo restauro.
    Philippe L. M. MATYUS
    A3B5yfi 3001
    Documento della SNCF
  • Capienza 1 classe: 18 posti
  • Capienza 2 classe: 40 posti

    Caratteristiche specifiche
    delle A3B5 tipo 1928-1930
  • Lunghezza fuori respingenti:
    21.870 mm
  • Lunghezza cassa:
    20.580 mm
  • Distanza interperno carrelli:
    13.990 mm
  • UN PO' DI STORIA
    Clicando su una fotografia, vienne ingrandita.
    L'idea della costruzione di carrozze passeggeri interamente metalliche da parte delle varie reti ferroviarie francesi di allora, risale ai tempi precedenti la prima guerra mondiale. Le casse di legno facevano infatti correre gravi rischi in caso di incidenti: pericolo d’incendio e lesioni gravi ai viaggiatori provocate dalla rottura del materiale mentre le carrozze metalliche gia in uso negli Stati Uniti se la cavavano con semplici deformazioni della cassa senza rotture.

    Questi rischi erano sempre più da prendere in conto mano mano che la velocità dei convogli aumentava come anche il loro tonnellaggio, tutto questo dovuto all’aumento della potenza delle locomotive. Questi due fattori massa e velocità sono direttamente legati al calcolo dell’energia cinetica, quest’ultima essendo la metà del prodotto della massa con addirittura il quadrato della velocità. Vale la pena dire che aumentando i due fattori, l’energia .da assorbire in caso di urto è importantissima quindi con disastrose conseguenze !


    A3B5 50 87 38-47 500-5 ex-A3B5yfi 3023 ex A3B5 yfi 3023 del MIDI presso Massena il 25 ottobre 1975. (Foto G. COUDERT-Rivista Voies Ferrées 140 p.43)


    A quell’epoca, rotabili per passeggeri interamente di metallo erano solo in servizio sulla linea "des Invalides" à Parigi e c’era anche il materiale tipo "SPRAGUE" della metropolitana.

    Alla fine della guerra le varie reti furono invitate dal Ministero dei Lavori Pubblici ad unire le loro competenze creando di fatto un ente unica per concepire e standardizzare i rotabili.

    L’anno successivo, precisamente il 21 agosto 1919, le varie reti ( STATO, P.O, MIDI, PLM ) si unirono per creare l’ "Office Central d’Etudes de Matériel". Nel 1920 la rete d’Alsazia si unì anche essa e nel 1929 le reti dell’Est e del Nord raggiunsero il gruppo.

    La A3B5 yfi 3001 fu il prototipo di una lunga serie e la prima carrozza con struttura interamente di metallo concepita dall’ OCEM. Costruita dagli stabilimenti A.N.F a Blanc Misseron (dipartimento Nord - 59) è stata acquisita nel 1924 dalle reti MIDI. Era del tipo con piattaforme e intercommunicante, freno con aria compressa e freno a vite, illuminazione elettrica con sistema Vickers, riscaldamento tipo Westinghouse.

    Voies Ferrées n° 140 - articolo di Bernard CANET (Con l'autorizzazione piacevole di "Presse & Editions Ferroviaires" - Patrice BOUILLIN

    OGGI, NEL 2005...

    La A3B5 OCEM RA il 22 luglio 2005. (Foto G. JENNY)
    È un prototipo OCEM RA del modello A3B5 di tipo unificato costruito su una struttura di 20,28 m. Le varie immatricolazione della carrozza secondo l’appartenenza alle diversi amministrazioni:
    • Midi (1924) A3B5yfi 3001
    • PO Midi (1925) A3B5yfi 3421
    • SNCF (1950) A3B5myfi 4819
    • UIC 50 87 38-47 484-2 A3B5 4

    D’aspetto generale, la carrozza è in cattivissime condizioni esterne molto brutte(corrosione con mancanza in alcune parti della lamiera) e l’interno non è meglio (compartimenti svuotati o devastati, apparecchiatura elettrica sparita).



    Le foto ne rivelano l’aspetto degradato della A3B5 OCEM RA. Il 22 luglio 2005. (Foto di G. JENNY)

    Una fotograpfia di una altra OCEM RA. Dicembre 2005. (Foto di A. MIMARD)


    Il 5 luglio 2005 il personale degli stabilimenti di Oullins del reparto lamiere e vernici con anche i servizi del patrimonio della ‘Direction du Matériel SNCF’ si sono spostati ad Ambérieu dove era accantonata la carrozza per valutare le possibilità di recupero del rotabile.
    testo di Georges JENNY, Agosto 2005
    L'esterno...
    Prototipo OCEM, ex A3B5 yfi 3001 MIDI, nell’ attesa di un ipotetico restauro per il museo francese delle ferrovie. Le foto furono prese nelle officine di Saintes (dipartimento Charente Maritime - 17) da Joel TASMA; le due a sinistra il 01/11/1986 e le due a destra il 11/11/1987.
    L'interno (2005)
    Fotos di R. VIELLARD
    Premete su una fotografia per aumentarla.

    Ritorno all'inizio di pagina. DA SEGUIRE...